III - 4 - I pedoni forti

a) Il pedone passato isolato

Per pedone passato (o libero) si intende un pedone che, davanti a sé, ha sgombre di pedoni avversari la colonna in cui si trova e quelle adiacenti.
La forza di un pedone libero ma isolato dipende da alcuni fattori:
a) La sua forza aumenta più è avanzato. Se si trova nella seconda o terza traversa, tra l'importanza strategica di essere libero e la debolezza di essere isolato prevalgono in genere i fattori di debolezza. L'avversario infatti ha di norma tutto il tempo e lo spazio per preparare una casa di blocco ed attaccarlo in forze. Se invece si trova ben difeso oltre la quarta traversa allora prevalgono i motivi che ne fanno una forza. Oltre a rappresentare una minaccia costante di promozione, può essere spinto, ed eventualmente sacrificato, per sgomberare una casa o aprire una colonna. E' vero che un pedone libero ma isolato lega anche i pezzi alla sua difesa ma il vantaggio di spazio e la maggiore libertà di manovra sono in genere un buon compenso.
b) Il valore della sua forza aumenta in rapporto alla sua mobilità. Per questa ragione il difendente deve bloccarne l'avanzata. Il bloccatore più adatto sono i pezzi minori, perché non scacciabili con un semplice attacco.
c) La sua forza aumenta a mano a mano che ci si avvicina al finale di partita. In finale la sua forza è massima quando è distante dal resto dei pedoni. 

b) Il pedone passato sostenuto

Un pedone libero, e sostenuto da altri pedoni, è un obiettivo importante. La sua forza d'attacco è ancora maggiore di quello isolato perché non abbisogna di pezzi alla sua difesa, pezzi che così possono essere usati in altri compiti, per essere sostenuto. Anche in questo caso la sua forza aumenta nel finale ed è massima in quello di soli pedoni perché limita drasticamente l'azione del Re avversario inchiodato al suo controllo.

Vediamo esempi relativi ad entrambe le situazioni: